Famiglie al museo, tanti appuntamenti con la CariPerugia Arte

Anche quest’anno tutti i musei gestiti dalla Fondazione CariPerugia Arte aderiscono a F@mu “Famiglie al museo”, la giornata che si tiene domenica 14 ottobre in cui mamme,  papà e figli e fratellini possono visitare musei di tutta Italia, dove vengono organizzate attività didattiche, giochi a tema e proposte ad hoc.
Il tema centrale dell’iniziativa sarà “Piccolo ma prezioso”, un omaggio a tutti i piccoli musei, strettamente legati al territorio, che ogni anno partecipano, ma anche ai bambini destinatari dell’iniziativa.

Per l’occasione la Fondazione CariPerugia Arte ha organizzato un ricco programma tra giochi ed iniziative a tema.

Palazzo Baldeschi, Perugia – “I dettagli dell’Accademia” è il percorso che prevede visite guidate sui tratti distintivi che connotano la pittura di alcuni artisti presenti nella mostra “Da Raffaello a Canova, da Valadier a Balla” allestita al piano nobile del palazzo con capolavori provenienti dall’Accademia Nazionale di San Luca di Roma. A partire dall’osservazione di alcuni aspetti come la composizione del colore, il tratto del pennello, le linee di particolari elementi e le decorazioni, bambini e ragazzi potranno utilizzare le riproduzioni di alcuni dettagli dei quadri illustrati per comporre una loro “opera” attraverso la tecnica del patchwork painting. (info e prenotazioni tel. 075.57341760palazzobaldeschi@fondazionecariperugiaarte.it).

Palazzo Bonacquisti, Assisi – Il concept per la giornata F@mu è la famiglia di Gustavo, figlio del pittore Riccardo Francalancia, l’artista assisano presente nella mostra “Una profondissima quiete. Francalancia e il ritorno alla figura tra de Chirico e Donghi”con oltre 50 opere. I bambini potranno andare alla scoperta dei giocattoli raffigurati nei quadri, associare un nome ad ogni membro della famiglia Francalancia ritratto, indovinare il verso di ogni animale presente nei dipinti (info e prenotazioni tel: 075/8198419palazzobonacquisti@fondazionecariperugiaarte.it).

Logge dei Tiratori della Lana,  Gubbio – Sono tre i percorsi legati alla mostra “Un giorno nel Medioevo. La vita quotidiana nelle città italiane dei secoli XI-XV”. Il primo parte dall’opera “San Francesco” di Giovanni di Corraduccio: attraverso la narrazione dell’incontro del Santo con il lupo, la famiglia scoprirà i legami del poverello di Assisi con la città di Gubbio e i significati simbolici nascosti nel celebre racconto. Il secondo accompagna genitori e figli alla scoperta dei giochi e degli strumenti musicali presenti in mostra attraverso la lettura della fiaba “Il Pifferaio di Hamelin”. Infine, con “Famiglie nel Medioevo”, le famiglie saranno accompagnate all’interno della casa medievale, cuore pulsante della vita comunitaria per scoprirne tutti gli aspetti (info e prenotazioni tel. 075 8682952loggedeitiratori@fondazionecariperugiaarte.it).

 

 

Mostre ed Eventi