Grande Guerra, Gualdo ricorda i suoi caduti sulle note di “Umbria Ensemble”

Nella splendida cornice della Rocca Flea di Gualdo Tadino si è svolta la rappresentazione “Impressioni di guerra. Musicisti-soldati tra entusiasmi e disperazione al tempo della Grande Guerra”, incontro promosso dalla Fondazione Cariperugia Arte, inserito all’interno di un ciclo di conferenze intitolato “La Grande Guerra” inerente il tema della mostra “La Prima guerra mondiale e l’Umbria”, esposta a Palazzo Baldeschi di Perugia.
All’appuntamento gualdese, svoltosi in una Sala della Città gremita, erano presenti Massimiliano Presciutti, sindaco di Gualdo Tadino e Giuseppe Depretis, presidente della Fondazione Cariperugia Arte, che hanno illustrato il tema dell’incontro e ricordato i caduti del territorio di Gualdo Tadino durante il primo conflitto.

Un elenco composto da 217 nominativi tratto dal libro “La Grande Guerra Dei Gualdesi” (pubblicato nel 2010) a cura di Fabbrizio Bicchielli e Mauro Guidubaldi, è stato letto in modo molto appassionante dalla voce recitante di Claudio Carini (Fontemaggiore TSI) ed è stato accompagnato dai solisti di chiara fama e cameristi di alto spessore artistico della Umbria Ensemble.

Luca Venturi e Cecilia Rossi al violino, Luca Ranieri alla viola e M. Cecilia Berioli al violoncello hanno eseguito con professionalità, trasmettendo emozione al pubblico presente, un programma che ha offerto, ad un secolo di lontananza, un ascolto di brani musicali (Pause del silenzio (1917), Dammi Pace, o mio pensiero (1917), Intermezzo da “Cavalleria Rusticana”, Impressioni di guerra (1917) e Pagine di Guerra (1915)) e di pagine di diario -tutte le letture tratte da “Nell’altro campo, Diario di Prigionia” di Mario Squartini, musicista e soldato perugino- in grado di raccontare in presa diretta stati d’animo e vicende legate al conflitto. Un momento molto commovente che ha portato ad un lungo applauso finale.

Mostre ed Eventi