Il nudo alla mostra da “Da Raffaello a Canova, da Valadier a Balla”