Don Matteo, «adottare» la piazza della canonica